2. Quale problema medico affronterà il progetto?

Una volta che la disabilità si manifesta, il ripristino di un adeguato livello di funzionalità è molto improbabile, soprattutto quando l' età del soggetto, il grado di invalidità o la sua durata aumentano. E' quindi necessario anticipare l' insorgenza di condizioni disabilitanti che tendono a colpire gli anziani residenti in comunità che non sono ancora disabili, ma che già mostrano già i segni o i sintomi preliminari di fragilità fisica e sarcopenia. In questo contesto, la condizione geriatrica di fragilità fisica (cioè, una sindrome multidimensionale caratterizzata dalla riduzione delle riserve fisiologiche e dalla diminuita resistenza a fattori di stress) e sarcopenia (cioè, la perdita progressiva e generalizzata di massa muscolare scheletrica e della forza) risulta essere di particolare interesse nello sviluppo di  interventi che contrastino la disabilità ed i principali esiti negativi in termini di salute.

Purtroppo, ad oggi, non sono disponibili programmi di assistenza sanitaria o trattamenti farmacologici per gli anziani fragili. Ciò è in gran parte dovuto alla attuale mancanza di una precisa e universale definizione di fragilità fisica, che a sua volta è legata alla natura multidimensionale della condizione. L' identificazione di una precisa base biologica (cioè la diminuzione della massa muscolare scheletrica) apre nuove vie per lo sviluppo di interventi volti a rallentare o invertire la progressione della malattia in questione (specialmente verso condizioni di disabilità).